Premiati i Campioni lombardi 2019 delle discipline FITETREC-ANTE

Lunedì, 02 Dicembre 2019 18:17

Premiati i Campioni lombardi 2019 delle discipline FITETREC-ANTE Nella giornata di domenica 1° dicembre 2019, all’interno dei bellissimi locali del Ristorante PIONONO di Erbusco (BS), a pochi passi dal Lago d’Iseo, si sono svolte le Premiazioni dei Campioni lombardi del 2019 di tutte le discipline equestri FITETREC-ANTE: dal Trec al Turismo Equestre, dal Team Penning alla Doma Vaquera, dalla Gimkana Western al Pole Bending, al Country Derby, al Cross Country al Barrel Racing, e così via, toccando ogni specialità. Presente il Comitato Regionale al completo che è stato anch’esso premiato dal Presidente Enrico Raggi. Illustre speaker della manifestazione, la bravissima Jessica Beltrami, consigliere e responsabile della Segreteria. Il Presidente del CR Lombardia e i responsabili di disciplina si sono alternati nella consegna delle targhe personalizzate e di alcuni riconoscimenti speciali, con menzioni particolari per tutti quegli atleti che si sono distinti non solo nei Campionati Regionali, ma anche in quelli Nazionali, e che hanno partecipato con successo agli Europei e ai Mondiali. La ricchissima premiazione (circa 250 premi) è indiscutibilmente figlia del grande impegno di ogni cavaliere e amazzone, della passione che ciascuno profonde per la rispettiva disciplina, ma è altrettanto vero che dietro gli atleti ci sono sempre le famiglie che li sostengono e li supportano, e una schiera di eccellenti istruttori che li formano e li fanno crescere: a tutti loro va il ringraziamento e un grande plauso. Così come va ai responsabili di disciplina e ai loro staff, che mettono anima e cuore nel promuovere iniziative, organizzare campionati, seguire gli atleti e i centri… e, per concludere la stagione agonistica, a realizzare giornate come quella appena trascorsa. La numerosa partecipazione di famigliari e sostenitori, insieme agli atleti, dà il senso di quanto la FITETREC-ANTE Lombardia lavori bene e sappia creare il giusto ambiente e il giusto clima. Anche quest’anno si è registrata una forte ascesa del settore giovanile, indispensabile base per costruire il futuro dell’equitazione e preziosissimo sostegno all’inevitabile ricambio generazionale che ogni anno sottrae qualche ottimo cavaliere dai campi gara, ma che ne porta alla ribalta altri, in numero sempre maggiore. Insomma, una meravigliosa festa che ha riunito ancora una volta tutti gli appassionati e che ha messo l’ultimo sigillo all’anno che sta per terminare.