Comunicato odierno del Presidente Alessandro Silvestri

Domenica, 03 Maggio 2020 23:16

RICAPITOLIAMO

In attesa delle linee guida a cura dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e invitandovi a prestare molta attenzione alle Ordinanze Regionali emanate successivamente al 26 aprile 2020 che possono derogare su quanto disposto nel DPCM anche con norme più stringenti si precisa quanto segue.

PER ATLETI AGONISTI DI INTERESSE NAZIONALE

A decorrere dal 4 maggio 2020   sono consentite le sessioni di allenamento degli atleti agonisti con patenti A1/A2/A3, Pony Agonistica, Tessera EPD nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, senza alcun assembramento di atleti e a porte chiuse ovvero senza la presenza di pubblico all’ interno dei Centri Ippici associati alla Federazione.

Le attività sportive possono essere svolte solo da atleti asintomatici da almeno 15 giorni ed in assenza di contatti a rischio da almeno 15 giorni e con il certificato medico sportivo di idoneità agonistica in corso. Per gli atleti COVID+ (o fortemente sospetti) è stato redatto uno specifico protocollo di accertamenti preventivi da parte della FMSI a cui si invita ad attenersi prima della ripresa degli allenamenti per la tutela dell’atleta e degli altri atleti (PROTOCOLLO FMSI PER LA RIPRESA DELL’ATTIVITÀ SPORTIVA DEGLI ATLETI – Gruppo 1).

Si ricorda che dichiarazioni mendaci comportano l’applicazione di sanzioni da parte delle Autorità competenti.

Ricordiamo che l’allenamento viene svolto solo in presenza del Tecnico di riferimento della ASD/SSD di appartenenza il quale stabilisce le modalità sempre nel rispetto delle misure sanitarie e di distanziamento.

Durante lo svolgimento dell’allenamento l’utilizzo della mascherina solo in prossimità di altre persone sempre con il rispetto delle distanze. Obbligatorio l’utilizzo dei guanti in quelle discipline dove si toccano oggetti che possono essere toccati da più atleti.

A modifica di quanto precedentemente comunicato l’Ufficio per lo Sport ha chiarito che non è consentito agli Atleti lo spostamento in altra regione diversa da quella di residenza per effettuare l’allenamento.

Per tutti gli spostamenti è necessaria l’autocertificazione vedi allegati.

PER ATLETI AGONISTI NON DI INTERESSE NAZIONALE E ATLETI CON PATENTE LUDICA

Per tutti è consentito a livello regionale svolgere individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva. Al fine di svolgere l’attività sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività sportiva fuori dalla propria Regione.

PER I CENTRI IPPICI ASSOCIATI ALLA FEDERAZIONE

I Centri Ippici che al momento dell’apertura della Partita IVA hanno comunicato come codice ATECO di inizio attività 85.51.00 (corsi o scuole di equitazione) possono riprendere l’attività di scuola dal 4 maggio 2020 in quanto il DPCM del 26 aprile 2020 ha disposto che le attività elencate nell’ allegato 3 non sono più sospese tra cui anche quelle con codice Ateco 85.

I Centri Ippici possono far accedere i proprietari/possessori di equidi, che non rientrano nella categoria degli atleti, solo ed esclusivamente per consentire le cure necessarie alla salute del cavallo quale "esigenza indifferibile" purché siano effettivamente dettati da situazioni di necessità, non vi sia altro personale addetto alla cura degli animali in servizio presso le strutture ospitanti e sia sempre possibile il rispetto delle condizioni di sicurezza stabilite dalle direttive emanate.

CONSIGLI AI CENTRI IPPICI E AGLI ATLETI FINALIZZATI AD UNA RIPRESA IN PIENA SICUREZZA.

In attesa delle  apposite Linee-Guida che emanerà l’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si invita a seguire le linee guida pubblicate dal CONI  specifiche in merito alle misure da adottare per avviare allenamenti nella maniera più sicura possibile (RAPPORTO LO SPORT RIPARTE IN SICUREZZA) nonché i protocolli sanitari pubblicati dalla Federazione Medico Sportiva Italiana (PROTOCOLLO FMSI PER LA RIPRESA DELL’ATTIVITÀ SPORTIVA DEGLI ATLETI e RACCOMANDAZIONI FMSI PER LO SVOLGIMENTO DELLA VISITA MEDICO-SPORTIVA) per garantire la tutela di tutti i propri tesserati.

A titolo esplicativo ma non esaustivo si invita a:

  • compilare preventivamente un elenco degli atleti agonisti e dei proprietari/possessori degli equidi autorizzati ad entrare nel centro ippico da conservare in Segreteria e su cui annotare giorno, orario di entrata e di uscita dal centro ippico e farlo sottoscrivere dall’interessato;
  • acquisire la autocertificazione redatta dal proprietario/possessore degli equidi e dagli atleti, tecnici, dirigenti e accompagnatore in caso di atleta minore e conservarla in Segreteria unitamente al certificato di idoneità sportiva che attesti il rispetto di:
  1. di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti;
  2. di non essere sottoposto alla misura della quarantena ovvero di non essere risultato positivo al COVID-19;
  3. di non avere in atto sintomi da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C).
  • contingentare e scaglionare con turni e orari gli ingressi giornalieri con la logica di evitare picchi di affluenza e rischi di assembramento;
  • permettere l’accesso solo a quegli spazi ritenuti strettamente necessari per svolgere l’attività di accudimento e movimentazione dei cavalli, quali ad esempio percorsi comuni, box, paddock, campi all’aperto, docce dei cavalli, tondino e ai WC (si consiglia la sanificazione giornaliera di quest’ultimi secondo l’utilizzo). Per la selleria nominare una persona, che indossi mascherina e guanti, autorizzata a entrare per prendere e riporre la sella degli atleti in modo da evitare affluenza all’interno della selleria. Provvedere quotidianamente alla sanificazione degli oggetti eventualmente utilizzati nell’allenamento, lasciare a disposizione detergenti e disinfettanti per sanificare le mani;
  • assicurarsi che le persone che entrano nel circolo siano munite e indossino per il periodo di permanenza la mascherina (almeno del tipo chirurgica) e i guanti, nonché mantengano le distanze di sicurezza interpersonali (un metro) previste dalle disposizioni vigenti. Si consiglia di far aspettare eventuali accompagnatori dei minori fuori il centro ippico all’interno dell’autovettura negli appositi parcheggi;
  • tenere chiusi bar e ristoranti nonché la club house all’interno dei circoli ippici sino a quando non verrà disposta la riapertura generale delle attività di somministrazione e ristorazione. Far entrare nella segreteria del circolo una persona alla volta assicurando il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonali di un metro o dotare il tavolo di divisori;

Naturalmente lasciamo al Vostro senso di responsabilità, sino ad ora dimostrato, ogni decisione in merito non potendo la Federazione obbligare nessuno alla ripresa degli allenamenti e alle riaperture delle proprie strutture.